Servizi Condivisi Regionali

Nell’intento di garantire lo sviluppo coerente del Sistema Informativo Socio-Sanitario (SISS), Lombardia Informatica, nell’ambito dell’Incarico conferito da Regione Lombardia, ha avviato da tempo una serie di iniziative e strumenti volti a indirizzare il processo di pianificazione strategica e le iniziative ICT delle singole Aziende Sanitarie sul territorio Lombardo, tramite l’emissione di Linee Guida regionali e l’applicazione del Modello di Maturità. Tale azione ha evidenziato la necessità di comprendere da un lato come poter valorizzare a livello di sistema le eccellenze individuate, dall’altro lato come poter supportare gli Enti Sanitari nella razionalizzazione delle attività legate alla gestione dei loro sistemi informativi.

L’attività di definizione di Servizi Condivisi Regionali (Shared Services) ha l’obiettivo di supportare gli Enti Sanitari nella razionalizzazione delle loro attività, rendendo disponibili i servizi standardizzati ed allineati con quanto espresso nelle Linee Guida Regionali rivolte agli Enti Sanitari per ottenere omogeneizzazione ed economie.

Le esperienze segnalano che i benefici attesi riguardano nel breve termine la razionalizzazione dei costi dei servizi informatici e la realizzazione di economie di scala. In un orizzonte temporale più lungo - e quindi man mano che ci si sposta verso ambiti più centrali - gli shared services permettono inoltre di intervenire sul funzionamento dei processi primari degli Enti Sanitari, abilitando la rifocalizzazione delle risorse su attività a maggior valore, la diffusione di best practice condivise e la standardizzazione dei processi a fronte di investimenti più ridotti.

Ad oggi, per gli Enti si sono definiti i seguenti shared services:

  • Servizio di gestione delle postazioni di lavoro informatiche (fleet management). Il servizio offerto agli Enti Sanitari è un servizio quinquennale per la gestione del parco IT periferico, comprendente la fornitura di nuove apparecchiature in locazione operativa per il rinnovamento del parco esistente ed eventuali altre esigenze di ampliamento, l’assistenza di primo livello (service desk) sulle componenti delle postazioni di lavoro (in particolare la componente SISS) e l’introduzione di nuove tecnologie e strumenti di gestione efficienti per mezzo di progetti di “virtualizzazione”, “printer consolidation” (ottimizzazione del parco stampanti) e l’adozione di strumenti di gestione centralizzata.
  • Servizio di razionalizzazione e consolidamento dei CED degli Enti Sanitari nel Data Center di Regione Lombardia (Data Center regionale). Il servizio offerto prevede la centralizzazione dei CED aziendali nei Data Center di Regione Lombardia. L’iniziativa si sviluppa nel contesto definito dal Piano Triennale per l’Informatica nella PA di AgID e dal Piano regionale per la razionalizzazione e consolidamento dei Data Canter della Pubblica Amministrazione.
  • Servizio centralizzato di Disaster Recovery Tier III (Disaster Recovery). Il servizio offerto prevede il trasferimento dei dati dei backup degli Enti Sanitari dal proprio sito primario ad un sito di Disaster Recovery costituito dai Data Center di Regione Lombardia.
  • Servizio di conservazione digitale a norma (Conservazione a norma). Il servizio permette agli Enti Sanitari di effettuare la conservazione digitale a norma dei propri documenti informatici di qualsiasi tipologia (ad es. documenti clinici elettronici, studi DICOM, fatture, atti amministrativi ecc.), al fine di assicurare l'integrità, l'autenticità, la leggibilità e l'accessibilità nel tempo, come previsto dalla normativa vigente. Il Servizio prevede, inoltre, la gestione del pregresso digitale con mantenimento del valore legale dei documenti digitali eventualmente acquisito con la conservazione già effettuata.
  • Servizio a supporto della gestione della Sicurezza delle informazioni. Il servizio ha lo scopo di omogeneizzare la sicurezza informatica dei vari attori del Sistema Sanitario lombardo, mediante la creazione di un modello di governance della sicurezza attraverso la definizione di indirizzi strategici, linee guida e direttive, il monitoraggio della loro realizzazione e il controllo dei risultati da applicare agli attori del Sistema. Il servizio si pone l’obiettivo di definire e applicare una lista di requisiti di sicurezza di tipo organizzativo, procedurale e tecnico (baseline) e di fornire al Sistema i servizi essenziali su cui costruire nel medio-lungo termine un efficace processo di controllo e protezione del proprio sistema informativo. Dal 2017 l’iniziativa è condotta nell’ambito della collaborazione definita nel Protocollo di Intesa siglato tra la DG Welfare di Regione Lombardia e la Polizia Postale e delle Comunicazioni – Compartimento Lombardia.

Regione Lombardia e Lombardia Informatica, in collaborazione con gli Enti Sanitari, stanno inoltre valutando l’avvio di nuovi servizi condivisi, quali:

  • Gestione digitale della diagnostica per oggetti multimediali, con l’obiettivo di fornire agli Enti Sanitari un servizio di supporto alla gestione della diagnostica garantendo il completo passaggio al digitale delle informazioni, integrando e/o sostituendo i sistemi PACS già in dotazione alle strutture, e costituendo tramite opportune integrazioni con i sistemi informativi aziendali un sistema unificato su scala regionale;
  • Servizio di Accoglienza per la gestione ambulatoriale e di ricovero, con l’obiettivo di fornire agli Enti Sanitari un servizio unificato su scala regionale a supporto della gestione dell’accoglienza, per l’erogazione delle prestazioni in regime ambulatoriale e di ricovero;
  • Introduzione ed evoluzione della Cartella Clinica Elettronica, con l’obiettivo di dotare gli Enti Sanitari di un servizio per l’introduzione ed evoluzione di una soluzione di Cartella Clinica Elettronica a supporto delle attività assistenziali nei reparti di cura e nelle aree ambulatoriali.

08/01/2019